Dove posso volare con il drone per rispettare la privacy?

cover post volare con drone per rispettare privacy

Se hai iniziato a fare delle ricerche in merito all’utilizzo dei droni, sicuramente ti sarai ritrovato incasinato in una miriade informazioni e di avvertimenti vari riguardo i limiti di peso, le zone proibite al volo, i patentini, e dulcis in fundo, la privacy.

Sì, perché i droni, essendo muniti spesso di telecamere ad alta definizione, sono strumenti con cui si può potenzialmente violare la privacy delle persone, e per questo sono soggetti a regole e limitazioni ben precise.

Ma tu magari vuoi solamente far volare il tuo drone senza dar fastidio a nessuno, e fare delle riprese innocue che non pubblicherai da nessuna parte.

E quindi, ti stai forse chiedendo dove puoi far volare il drone per rispettare la privacy.

Iniziamo con una risposta semplice per riassumere. Nel resto del post ti darò altri importantissimi dettagli.

È consentito volare con il proprio drone nel rispetto della privacy in tutti quei posti in cui si può evitare di riprendere l’interno di proprietà private nonché dati e informazioni personali delle persone. In caso di ripresa accidentale di dati o informazioni personali, è necessario procedere all’oscuramento.

In altre parole, non esiste un luogo specifico in cui si rispetta o meno la privacy. Il rispetto delle norme sulla privacy dipende dalla presenza o meno nei paraggi di proprietà private e soprattutto di individui.

Puoi anche essere in mezzo al deserto, ma se con il tuo drone ti metti a riprendere una persona, facendo riprese così da vicino da rendere possibile l’identificazione, allora stai violando la privacy di quella persona.

Quindi, la privacy è una serie di norme da seguire in base alla situazione, non tanto in base al luogo.

Per capire meglio questo concetto e avere tutte le altre info fondamentali che ti servono, continua la lettura.

Volo sulle proprietà private e privacy

Abbiamo detto che i due punti fondamentali da considerare per il rispetto della privacy sono proprietà privata e informazioni personali degli individui.

A breve parleremo di cosa si intende per “informazioni personali”, ma ancora prima voglio parlare della questione delle proprietà private. È chiaro che, a meno che tu non faccia ogni volta chilometri di strada per isolarti dal mondo, tutte le volte che alzerai in volo il tuo drone potresti trovarti nella situazione di riprendere delle proprietà private e il loro interno (almeno il giardino per intenderci).

Come comportarsi allora?

La distanza di sicurezza che devi tenere dalle proprietà è di almeno 20 metri, mentre dagli individui è di 30-50 metri a seconda della categoria, ma questa distanza non ti pone “al sicuro” da eventuali problemi di privacy.

Il concetto di “ripresa in panoramica” invece sì. Per “ripresa in panoramica” si intende una ripresa fatta essendo così in alto o così lontano dall’individuo tanto da renderne impossibile l’identificazione.

Quindi, per andare al sodo facendo un esempio, se anche riprendessi della gente nuda in piscina in una casa privata, cosa di per sé vietatissima, ma li riprendessi stando talmente lontano da non riuscire comunque a riconoscere l’identità degli individui, allora non ci sono problemi di privacy.

Per approfondire questi argomenti puoi leggere il nostro post in cui abbiamo appunto risposto al dubbio se si può volare con il drone su una proprietà privata.

Come capire se ci sono altre limitazioni

La tua idea di cercare in anticipo delle zone dove essere sicuro di rispettare le norme non è per niente sbagliata.

Solo, per la privacy è un po’ diverso, come ti ho accennato prima e come ti spiegherò meglio a breve.

Tuttavia, esistono diverse norme in merito alle zone dove è consentito volare o meno. Non solo, in molte zone potrebbe essere consentito volare, ma a delle altezze massime diverse da quelle usuali.

Oltre alla privacy, queste sono sicuramente considerazioni fondamentali da fare prima di far decollare il nostro drone.

Non spaventarti però. Per sapere con sicurezza quali sono le norme da seguire nella zona in cui ti trovi o in cui vorresti andare, o per capire se è una zona con divieto assoluto di volo (ad esempio vicino agli aeroporti) c’è il sito D-Flight che viene in nostro aiuto.

D-Flight è appunto il portale ufficiale dedicato dell’ENAC dove è possibile trovare questo tipo di informazioni, in maniera semplice e chiara. In questo modo potrai programmare la tua sessione di volo sapendo in anticipo tutte le limitazioni al volo che devi seguire.

Quali informazioni-dati non devo riprendere

Le norme relative alla protezione dei dati e delle informazioni personali sono state stabilite negli anni dal Garante Della Privacy (Codice in materia di tutela dei dati personali: D. lgs. 196/2003) e più recentemente dall’Unione Europea (Regolamento Europeo in materia di tutela dei dati personali: GDPR UE 2016/679).

In questo elenco di norme sono spiegate molto bene quali sono i dati e le informazioni personali che non è consentito riprendere, con nessuno strumento, quindi anche con un drone.

Ma quali sono più nello specifico questi dati e informazioni personali degli individui a cui dobbiamo stare attenti quando utilizziamo il nostro drone?

La prima cosa, come è ovvio, sono i volti. Il viso di una persona, infatti, consente una chiara identificazione, e quindi è vietato riprenderlo a meno che non si abbia il consenso diretto dell’interessato. Se questo non avviene, bisogna sempre oscurarlo.

A seguire troviamo quelle evidenti caratteristiche fisiche, o di comportamento, o professionali, o di vita privata, anche queste che consentono di capire con chiarezza chi è l’individuo ripreso.

Anche una ripresa troppo insistita su un individuo, sebbene non sia chiaramente identificabile, può causare un’infrazione.

Ci sono poi tutti quegli elementi che, per loro natura, sono informazioni strettamente personali riconducibili all’individuo, tipo targa dell’auto, indirizzo civico, ecc.

Infine, come spiegato prima, c’è la questione delle proprietà private, come i giardini e l’interno delle abitazioni, che è sempre vietato riprendere salvo permessi ottenuti o riprese dal molto lontano.

RICORDA: se con il tuo drone uno o più di questi elementi potrebbero finire nelle tue riprese, potresti potenzialmente violare qualche norma sulla privacy, quindi dovrai: 1) ottenere il consenso degli interessati; oppure 2) oscurare/cancellare ogni informazione personale quando adopererai le immagini.

Il Garante Della Privacy ha prodotto un’infografica riepilogativa dove puoi trovare i principali riferimenti per utilizzare il tuo drone a fini ricreativi nel rispetto della privacy: lo puoi trovare qui.

Cosa devo fare se voglio utilizzare dati personali

Per utilizzare immagini ottenute con il drone che contengono dati o informazioni personali delle persone è necessario ottenere il loro consenso.

Se questo non è possibile (sono molti i casi in cui oggettivamente non è fattibile), allora è necessario:

  1. evitare il più possibile di effettuare quel tipo di riprese che includono informazioni personali
  2. in fase di lavoro sulle immagini-riprese ottenute, occorre oscurare-cancellare o ancora meglio non utilizzare tutte quelle riprese che contengono informazioni personali (volti, indirizzi, targhe, ecc.)

Se invece è possibile ottenere il consenso delle persone, ci sono due casi principali:

  1. se si è in ambito privato, non ci sono norme precise, i presenti devono comunque essere informati e il consenso si può prendere in vario modo
  2. in ambito pubblico, invece, bisogna utilizzare specifici moduli per l’ottenimento del consenso, possibilmente prima di iniziare le riprese, così che l’individuo possa nel caso rifiutarsi.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Articoli Recenti