Attestato A2 Drone Online: Come farlo online e gratis

attestato a2 drone online gratis

Hai conseguito l’Attestato A1-A3 facendo l’esame completamente online, e ti stai chiedendo se anche quello A2 si può fare allo stesso modo?

Hai sentito che Italia forse non si può?

Hai letto vari articoli in cui si parla di poterlo fare da casa, ma grazie ad altri paesi stranieri europei?

C’è poi la possibilità di farlo gratis?

Non ti preoccupare.

Chiariremo ogni tuo dubbio e ti daremo tutte le soluzioni migliori.

Si può fare l’esame A2 per il drone online da casa?

È possibile effettuare l’esame per la categoria Open A2 per i droni completamente online da casa, ma effettuandolo presso siti di altri paesi europei, in particolare ad oggi Spagna, Olanda e Polonia.

Attualmente in Italia non è ancora possibile fare l’esame A2 da casa. In Italia l’unica possibilità è quella di recarsi in una delle sedi ufficiali in specifiche date, ed effettuare lì l’esame (come abbiamo descritto nella nostra guida all’esame Open A2), che sarà sì online, ma in una sede abilitata, e non da casa.

Per farlo completamente da casa bisogna avvalersi delle possibilità offerte di altri paesi europei, in particolare vedremo in questo post le opzioni di Olanda, Spagna e Polonia.

L’Attestato A2 preso all’estero è valido in Italia?

Chiariamo anche questo dubbio.

Gli attestati Categoria Open A2 conseguiti in qualsiasi paese dell’area EASA sono validi anche in Italia, e in qualsiasi altro paese dell’area (UE più UK, Islanda, Liechtenstein, Svizzera e Norvegia).

Anche se l’attestato vero e proprio potrebbe essere scritto in lingua straniera, ciò non toglie che non sia valido anche in altri paesi.

Gli attestati A2 (e anche gli A1-A3) hanno tutti lo stesso format, e sono muniti anche di QR-Code univoco per l’eventuale scansione.

Quindi, conseguire l’Attestato Drone A2 all’estero è lo stesso che farlo in Italia, e puoi volare con le stesse regole EASA (salvo eccezioni specifiche del paese) sia in Italia che all’estero.

Vediamo ora nel dettaglio quali sono i paesi (e i relativi siti) che consentono agli stranieri di effettuare l’esame completamente online.

Cosa studiare per l’esame A2 online

Per poter svolgere l’esame per ottenere l’Attestato Open A2 per i droni è necessario studiare altro materiale didattico oltre quello già studiato per il patentino A1-A3.

Gli argomenti principali da approfondire sono:

  • meteorologia
  • UAS e prestazioni di volo
  • Prevenzione e attenuazione dei rischi a terra

ENAC non fornisce una guida, come invece fa per l’A1-A3. Esistono però diverse alternative, anche più valide.

Le alternative olandesi, spagnole e polacche hanno tutte del materiale didattico per prepararti all’esame.

Ma la soluzione migliore per noi è un’altra, nello specifico quella di DroneXT. Acquistando la guida DroneXT per l’esame A2 avrai accesso anche direttamente all’Esame A2 fatto tramite portale olandese, quindi fatto online da casa, e con tentativi illimitati.

La guida è davvero ben fatta, con esercizi e esempi, e in più puoi accedere all’esame facendolo davvero da casa, e ad un prezzo scontato. Direi che il pacchetto è davvero conveniente. Trovi tutto qui sul sito DroneXT.

Attestato A2 Olanda

Uno dei primi paesi a consentire questa opportunità anche agli italiani è stato l’Olanda. Ne sono nati degli attriti con ENAC ed è dovuta intervenire EASA. Alla fine, è tutto regolare e gli italiani possono fare l’esame A2 online da casa e ottenere l’attestato riconosciuto in tutta Europa.

Nel caso dell’Olanda (come anche della Polonia), l’esame viene svolto tramite un intermediario, ovvero un sito web non dell’Authority d’aviazione del paese. In questo caso parliamo di Drone Class tramite il sito DroneLicenzse.eu.

Questa opzione comporta un costo totale di 119€, ma la cosa positiva è che i tentativi sono illimitati.

Attestato A2 Polonia

Altra opzione che funziona tramite intermediario, anche se questa volta l’intermediario è una società italiana che ha preso accordi ufficiali con l’Ente d’aviazione polacco.

Trattasi di SkyCrab Academy.

Attestato A2 Spagna

L’opzione spagnola è invece gestita direttamente dall’AESA, l’autority nazionale spagnola. È interessante perché gli Italiani possono accedere e registrarsi anche con SPID.

Ma sicuramente la parte più interessante è che gli esami sono completamente gratuiti.

Il problema è che sia il materiale didattico, sia il test (domande ecc) è tutto in spagnolo. Ci sono varie testimonianze di persone che sono riuscite lo stesso a passare l’esame, vista la somiglianza tra italiano e spagnolo, ma

Come funzionano gli esami A2 da casa?

Per effettuare l’esame Open A2 da casa ci si avvale di software da installare sul pc o usare online (ad esempio Zoom) per consentire il monitoraggio dell’esame (modalità “Proctored”).

Il concetto di “proctored” (sorvegliato) è quello che conta qui.

L’EASA (l’ente generale Europeo), ha stabilito che l’esame A2 deve avere norme un po’ più stringenti per il suo svolgimento.

Tradotto: copiare o ricevere suggerimenti deve essere più difficile.

Questo vuol dire che per fare l’esame A2 da casa bisognerà utilizzare delle tecnologie (ad esempio Zoom o similari) che consentiranno al sistema, o addirittura ad un esaminatore in carne ed ossa, di controllare che voi stiate facendo l’esame correttamente, senza altre persone nella stanza, o senza altre schermate aperte sul pc o materiale stampato sotto gli occhi per trovare le risposte.

Ogni sito mostrerà la propria procedura per l’autenticazione, l’installazione del programma per il monitoraggio dell’esame, e la procedura effettiva di svolgimento.

È tutto abbastanza facile, quindi non preoccuparti.

In Italia quando si potrà fare da casa?

In Italia attualmente non è possibile effettuare l’esame per l’Attestato Open 2 per i droni completamente da casa.

EASA (l’ente Europeo) sta spingendo i vari enti nazionali, quindi anche l’italiana ENAC, a consentire la possibilità di effettuare questo esame da casa.

Il problema è la modalità “proctored” (sorvegliata) che deve essere garantita, il che vuol dire l’utilizzo di software particolari e soprattutto di nuovo personale. Questo sembra essere il problema attuale della nostra ENAC, la mancanza di personale per il controllo degli esami, e quindi probabilmente di fondi.

Quindi, l’obiettivo di garantire questa opportunità anche in Italia c’è, ma al momento la mancanza di fondi e personale non la consentono. Quindi, per il momento, il paradosso è che per fare tutto comodamente da casa, dobbiamo “andare all’estero”.

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Articoli Recenti